Scenari dell'anima con il focusing

Abbiamo bisogno di immaginare. Non dico sognare, non solo quello, proprio di immaginare. Sognare ci permette non solo di evadere dalla vita quotidiana quando ci appare insopportabile ma anche di progettare il nostro futuro e pensare ad una meta che ancora non c’è ma che può già essere il nostro obiettivo. Se non sapessimo sognare

Abbiamo bisogno di immaginare. Non dico sognare, non solo quello, proprio di immaginare. Sognare ci permette non solo di evadere dalla vita quotidiana quando ci appare insopportabile ma anche di progettare il nostro futuro e pensare ad una meta che ancora non c’è ma che può già essere il nostro obiettivo. Se non sapessimo sognare saremmo sempre fermi, attaccati ad una realtà immobile che dovremmo subire, come pure i suoi improvvisi, indesiderati cambiamenti quando capitano. Del resto, chi non sa sognare teme il futuro ed ogni novità: la può solo subire perché non ha provato ad immaginarla. L’immaginazione ci consente di fare tante cose.

rinoceCi fa tornare bambini quando guardiamo le cose in modo diverso: come se…. Con il suo aiuto riusciamo a far nascere un mondo magico, nel quale i rapporti di causa ed effetto agiscono in modo particolare, vicino e lontano sono idee indefinite che non sono misurabili; in quel mondo esiste una coerenza interna che la nostra mente afferra con sicurezza. Il mondo dell’immaginazione è quella terra di mezzoche si trova tra noi e il nostro mondo più profondo, l’inconscio, e per questa ragione si esprime con l’uso di immagini, similitudini, metafore che regalano all’esperienza dell’immaginare una ricchezza di senso che ci consente di guardare in modo nuovo, con occhi diversi, al mondo e a noi stessi.

paesaggio

L’immaginazione ci consente di entrare a contatto con i nostri simboli senza doverli per forza interpretare ma i messaggi che ci portano riescono a darci serenità e portano un senso nuovo, più ricco, alla nostra vita.

La Natura è un tempio dove incerte parole

mormorano pilastri che son vivi,

una foresta di simboli che l’uomo

attraversa nel raggio dei loro sguardi familiari.

Come echi che a lungo e da lontano

tendono a un’unità profonda e buia

grande come le tenebre o la luce

i suoni rispondono ai colori, i colori ai profumi.

Nel 1800 Baudelaire con questi fantastici versi ci mostrava con occhi nuovi l’Universo intero e apriva una stagione nella quale davvero ci saremmo guardati in modo diverso. …una foresta di simboli che l’uomo attraversa nel raggio dei loro sguardi familiari. L’immaginazione può essere compresa a partire da queste semplici, straordinarie parole. E’ quella facoltà che abbiamo tutti e che ci consente di creare qualcosa di nuovo: una vicenda, una situazione, un paesaggio e lasciarla scorrere dentro di te.

paesaggiodue

Il gioco immaginativo è piacevole e può continuare all’infinito: molti lo fanno. Alcuni cercano un dialogo con la loro immaginazione perché pensano che quella sia la loro strada.

Scenari dell’anima con il Focusing permette di stabilire un utile dialogo con le nostre parti profonde.

leone

Chi la sperimenta lo fa in questo modo:

  • Non intende dare una spiegazione alle immagini, le storie, le metafore vissute nel corso dell’esperienza. Questo è un incontro che avviene in momenti particolari, in modi particolari, per mezzo di una comunicazione diversa e originale. Chi la vive non pretende di interpretare e allo stesso modo non pensa di attribuire un significato di tipo realistico-letterale alla scena costruita. Quello che interessa è instaurare un dialogo tra parti diverse, utile ed efficace.
  • Lascia che le immagini fluiscano senza chiedersi perché proprio quelle. La costruzione di una scena avviene ascoltando la propria parte intuitiva e procede senza cercare di capire perché l’ha realizzata o di comprenderne il significato.
  • Parte dalla scena realizzata. Ascolta le sensazioni che suscita nel corpo, cerca di arrivare al felt sense, l’unione di sensazione e simbolo e inizia il dialogo: pone domande al felt sense, lo ascolta, lo conosce e lo accetta così com’è.
  • Lascia che questa esperienza lavori dentro di lui. Se lo desidera può tenere un diario o fare dei disegni, ma non è necessario. Il processo di trasformazione e di integrazione è iniziato e procede nella vita quotidiana, aiutando a guardare le cose in modo nuovo. La voglia di leggere, di fare cose nuove, diverse dal solito, di comportarsi in maniera diversa inizia a farsi sentire.

Stampa   Email